Tivùsat: i canali Mediaset, Sky e La7 non saranno più visibili su TV e decoder SD

Mediaset, Sky e La7 disattiveranno su Tivùsat alcuni canali in MPEG2 per passare tutto al più efficiente standard MPEG4. La conseguenza di questo piccolo “switch-off” è che molti canali non saranno più visibili sui decoder e televisori SD.

Sky passerà in MPEG4 dal primo dicembre prossimo TV8 e Cielo. Un mese più tardi, quindi il primo gennaio, sarà invece la volta di Mediaset, che lascerà in MPEG2 solamente Canale 5, Italia 1 e Rete 4. Anche La7 rimarrà al momento disponibile per tutti, mentre si allineerà alla concorrenza La7d, che sarà visibile da gennaio unicamente in versione HD.

Spazio per i canali in HD su Tivùsat grazie al codec H.264

La migrazione verso il codec H.264 comporterà per alcuni dei canali interessati il passaggio all’alta definizione. Altri canali rimarranno invece in definizione standard come adesso, ma essendo codificati in MPEG4 non saranno sintonizzabili sui dispositivi più vecchi.

La lista completa dei canali che passeranno al nuovo standard MPEG4 è così composta:

  • TV8 – dal primo dicembre 2020;
  • Cielo – dal primo dicembre 2020;
  • Iris – dal primo gennaio 2021;
  • La5 – dal primo gennaio 2021;
  • Mediaset Extra – dal primo gennaio 2021;
  • Mediaset Italia 2 – dal primo gennaio 2021;
  • Cine 34 – dal primo gennaio 2021;
  • 20 – dal primo gennaio 2021;
  • Top Crime – dal primo gennaio 2021;
  • TGCom24 – dal primo gennaio 2021;
  • Boing – dal primo gennaio 2021;
  • Cartoonito – dal primo gennaio 2021;
  • La7d – dal primo gennaio 2021.

Decoder e TV SD da sostituire, ma c’è il Bonus TV dello Stato

Tutti questi canali saranno fuori gioco per tutti i dispositivi che già oggi non riescono a sintonizzare le emittenti HD. Questa situazione comporterà quindi la necessità, da parte degli utenti di Tivùsat, di sostituire decoder e televisori non compatibili con l’MPEG4.

I telespettatori della piattaforma satellitare potranno comunque accedere al Bonus TV erogato dallo Stato per sostituire il proprio apparecchio. L’incentivo statale di 50 euro è riservato alle famiglie con ISEE inferiore ai 20.000 euro e viene scontato direttamente sul prezzo d’acquisto del prodotto.