Teatro e cinema in TV: Mediaset risponde al ministro Franceschini

Mediaset ha risposto all’appello lanciato ieri dal ministro della Cultura Dario Franceschini, che aveva chiesto alle emittenti televisive di dare maggiore spazio nei palinsesti al teatro e al cinema.

Teatri e cinema chiusi, l’appello del ministro Franceschini alle televisioni

La richiesta era arrivata in considerazione delle misure restrittive verso l’attività di teatri e cinema adottate dal Governo per contenere l’epidemia di coronavirus.

L’appello di Franceschini è stato subito accolto da Mediaset, con Pier Silvio Berlusconi che ha dato disposizioni per integrare i palinsesti di Retequattro e Iris con opere teatrali e un ciclo di film italiani a partire dal 10 novembre.

Il teatro su Retequattro in seconda serata dal 10 novembre

Per quanto riguarda il teatro, Mediaset ha scelto la seconda serata di Retequattro, che dal 10 al 14 novembre proporrà la seguente programmazione:

  • Martedì “Il malato immaginario” di Molière, regia di Guglielmo Ferro;
  • Mercoledì “Il giorno della civetta” di Leonardo Sciascia, regia di F. Catalano Sciascia;
  • Giovedì “La bisbetica domata” di William Shakespeare, regia di Matteo Tarasco;
  • Venerdì ”Margarita e il gallo” di Edoardo Erba, regia di Ugo Chiti;
  • Sabato “Il medico dei pazzi” di Eduardo Scarpetta, regia di Carlo Giuffrè.

Su Iris al via il ciclo “Omaggio al cinema italiano” dal 15 novembre

Il cinema sarà invece protagonista della programmazione in prima e seconda serata di Iris dal 15 al 21 novembre. La rete gratuita di Mediaset proporrà 14 film all’interno del ciclo “Omaggio al cinema italiano“:

  • Domenica “Ladri di biciclette”, “Morte a Venezia”;
  • Lunedì “Baaria”, “Mamma Roma”;
  • Martedì “Don Camillo”, “Il Sorpasso”;
  • Mercoledì “Mediterraneo”, “Travolti da un insolito destino”;
  • Giovedì “La vita è bella”, “Il postino”;
  • Venerdì “La grande bellezza”, “Amarcord”;
  • Sabato “Che bela giornata”, “Il vigile”.

Mediaset sottolinea in questo modo il proprio sostegno all’industria culturale italiana, un settore che si conferma tra i più colpiti in assoluto in questo periodo di grande emergenza per il Paese.