Amazon Prime Video: la modalità Video Party disponibile via Web

Amazon Prime Video lancia la nuova funzionalità Video Party, una novità per il servizio streaming americano che consente di guardare film e serie TV commentandoli in tempo reale da remoto con amici o parenti.

La modalità Video Party di Amazon Prime Video si annuncia particolarmente interessante, soprattutto in questo periodo di distanziamento forzato che rende difficile, se non a volte impossibile, condividere gli spazi fisici con le persone più care.

Video Party di Prime Video: gratis ma solo via Web browser

Il Video Party di Prime Video è del tutto gratuito ma ha al momento una significativa limitazione. La funzionalità è infatti accessibile unicamente via browser, per cui si può sfruttare su PC ma non tramite le app per smart TV, dispositivi Fire TV o set-top box.

Il Video Party consente a chiunque di dare il via alla visione contemporanea invitando gli utenti con cui si desidera condividere la fruizione del contenuto. Una chat permette d’interagire con gli altri spettatori ed è consentito creare sessioni condivise con un massimo di 100 partecipanti.

Come creare un Video Party su Amazon Prime Video

Per attivare un Video Party basta aprire la scheda del film o la scheda degli episodi di una serie TV e cliccare sull’apposito pulsante chiamato “Video Party”.

A quel punto si deve dare un nome al party e quindi procedere con la sua creazione. Solamente allora si potranno invitare gli amici ad unirsi alla visione condividendo il link tramite social network.

La visione condivisa su Prime Video e con GroupWatch di Disney+

Sebbene con delle limitazioni, il Video Party di Prime Video segue l’esempio di altri servizi in streaming che hanno implementato simili funzionalità di fruizione comunitaria dei contenuti.

Tra questi c’è Disney+, che qualche mese fa ha reso disponibile ai propri abbonati la funzione GroupWatch. A differenza di quanto fatto da Amazon, la visione condivisa sulla piattaforma Disney è fruibile anche dall’app, ma al momento è priva di una chat e non consente quindi lo scambio di messaggi tra i partecipanti.

Fonte